Eccoci in versione italiana, per presentAmarci e annunciare lo slancio della nostra raccolta fondi. Siamo pronti col nostro crowdfunding e voi?

Oleum enim fortis.

Una storia che nasce 7 anni fa sotto i giganti della Puglia. Un appuntamento sotto gli ulivi, un’avventura che nel filo degli anni si descrive dai sapori dei nostri oli, dalle olive raccolte, dagli alberi potati, dai terreni gestiti, dagli uomini e donne incontrati, dalle amicizie tessute.

La nostra famiglia al completo

Presentiamoci ! Siamo Blandine e Léonard, abbiamo due figli : Olivio che da il suo nome al nostro olio, Nemo nato sotto un dei nostri olivi. Un piede in Francia, l’altro in Italia, danziamo tra due paesi. Dalla stagione agricola alla rivendita del nostro olio, ci rimane abbastanza tempo per danzare, creare, viaggiare, aiutare ed incontrare nuovi futuri amici.

Febbraio 2018 – Terra di Roberto

Siamo ora guardiani di un magnifico ed incantevole olivetto di 450 alberi seculari a Genzano di Roma, nel Lazio al sud di Roma e di altri terreni vicini, chi prima appartenevano alla stessa e unica proprieta, quella del Vaticano.

Grazie al Signor Roberto per accoglierci sulla sua amata terra, averci aperto le sue porte. Grazie per la sua fiducia, benevolenza, generosità, del suo sostegno, ascolto e del suo gran cuore.

Ulivi sotto la neve – febbraio 2018

Sul filo delle stagione, quando noi raccoglievamo esclusivamente nella regione di Oria in Puglia, abbiamo iniziato nel Lazio aiutando amici. Di amici in amici, di famiglia in famiglia, le nostre vite si sono intrecciate con quelle di questi anziani chi troppo vecchi non potevano più cogliere le loro preziose olive e cosi degustare questo oro verde. Abbiamo chiamato degli amici, come vuole la tradizione e abbiamo debutato cosi questa grande storia familiare in buona compagnia.

Sempre nella gioia si continua…

In questa stagione autunnale, tutto si anima. Mi piace sorprendermi osservando i cancelli dei terreni, di abitudine sempre chiusi, aprirsi per il tempo della raccolta. Guardando, sorridando le reti verde si stendere sotto gli alberi. Passeggiare e ascoltare il fremito dei pettini battere le olive. Vedere le macchinine piene di casse del frutto della loro raccolta in direzione dei frantoi, le apette appesantite sotto il peso di queste ultime. Amo vivermi la frenesia di questi luoghi, tutte queste famiglie che aspettano l’uscita del loro olio, questa agitazione, questo profumo, queste chiacchere in attesa di… Tutto prende vita ed è cosi fuori del tempo !

Succede qualcosa di forte in questa parte dell’anno e sono felice di farne parte integrante.

Olivio aiutando Léo nelle potature

I nostri oli hanno saputo conquistare i palatti francesi e soddisfare la loro cucina. Ognuno dei nostri prodotti è originale. Abbiamo fatto la scelta di non mescolare i nostri oli per conservare l’autenticità del gusto di ogni terra e la sua storia. Un prodotto senza alcun trattamento, dal suolo al frutto, come per unico vincolo gli imprevisti della vita tali quale la malattia, il maltempo, la canicula, i parassiti. Un olio al naturale si potrebbe dire!

Olivio aspettando di scaricare le olive al frantoio – autunno 2017

Abbiamo cosi dato il nome di ogni proprietari dei terreni al suo proprio olio per onorare la nostra amicizia e il frutto del nostro lavoro : una forma di gratitudine verso di loro che ci accolgono a braccia aperto ogni anno. Gianfranco, Roberto, Toni, Domenico, Raffaele… tutti grandi uomini a gran cuore.

Ringraziamo anche il frantoio Petrecca con chi siamo diventati amici. Grazie a loro, della loro fiducia, incontriamo nuovi clienti che hanno bisogno della nostra di lavoro per accudire le loro piante e curare la raccolta. Ci offrono la loro conoscenza e sono di buoni consigli. Fanno parte del nostro cuore e siamo grati di essere i loro vicini.

Tramonto

Quando ieri raccoglievamo per e dagli amici, oggi abbiamo in gestione più di uno olivetti.

La scelta di fare il gran salto si è fatta da sé : dovevamo crescere. Investire per possedere nostro materiale agricole proprio affinché di diventare più performanti, autonomi, indipendenti, veloci ed efficaci.

In Puglia tra tradizione e modernità

Un previsionale su due anni.

Abbiamo chiesto un prestito ad un amica per aiutarci a lanciarsi. Pensavamo che l’anno 2018 sarebbe fruttuosa e permetterci di ottenere abbastanza fondi per comprare il resto del nostro materiale agricolo. Fu stato un anno eccezionale, si, ma con il grande freddo dell’inverno, il maltempo durante la fioritura e durante l’estate, la mosca, non abbiamo avuto neanche un oliva sui nostri alberi. Abbiamo spinto le nostre ricerche verso nuove persone dove raccogliere ma gli alberi essendo spogli, abbiamo avuto come dire una raccolta magra.

Raccolta in corso

Ripartire a zero ? No, continuiamo, riconeremo.

Questa annata, abbiamo potato e rigiovaniti numerosi olivetti intorno a noi senza pagamento diretto ma con l’accordo di prendere i 85 % della raccolta 2019. Progettiamo di creare un nuovo frutteto di melograni e di olivi più resistanti alla malatia Xylella Fastidiosa che ha già colpito certe delle nostre piante più fragile. Un frutteto familiare alla scala umana, una serra dove iniziare tutta questa ricerca, un estensione del nostro sogno aziendale in agro-foresteria dove crescerano ortaggi, aromatici ed alberi.

Anche i bambini sono preziosi e ci aiutano…

Le nostre scelte di vita e professionale fanno che oggi abbiamo bisogno di voi, del vostro sostegno, di una nuova fonte economica che potrebbe permetterci di acquistare il resto del nostro materiale agricolo per questa nuova stagione che ci spetta e dare una possibilità alla concretizzAzione dei nostri sogni.

Sostenere il nostro progetto familliare, è impegnarsi con noi direttamente con i piccoli proprietari dei terreni nel Centro-Sud dell’Italia, di permettere all’Olio di Olivio di essere degustata in Francia e raggiungere le vostre cucine nella stessa gioia in quale è stato realizzato il nostro prodotto. E’ trasmettervi i sapori di questa terra, la nostra passione per l’olivicultura e la storia di questa piccola gente che attraverso di noi, arriva fino a voi.

Terra di Gianfranco – ottobre 2017

Un progetto ambizioso o l’audacia di un sogno, fare la scommessa con Dama Natura, essere domani agricoltori a scala umana pur essendo guardian di questa Terra che ci è prestata. Una sfida ecologica, una voglia di apprendere con questa Natra che ci circonda e ci nutre, un’esperienza che ci viviamo tranne gli occhi dei nostri figli, una passione, un lavoro che ci anima, ci fortifica e ci rende vivi.

Olivio che vuole raccogliere solo i suoi primi alberi

E’ con voi, il vostro aiuto, il vostro generosa sostegno economico, la vostra contribuzione alla realizzAzione del nostro progetto-sogno che da ottobre, potremo mettere in pratica, in atto subito iniziando la stagione del raccolto 2019 e creare un futuro frutteto in agroforesteria, dal seme al frutto, una vera sfida ad affrontare, oggi con voi!

Insieme verso questo nuovo presente che ci spetta qui ed ora.

Nemo e Leo